Lettera dalla clinica di Raffaella Munno

Lettera dalla clinica di Raffaella Munno
Una scena orribile si manifestava sotto gli occhi di tutti
Le macchie di sangue schizzate sul camice bianco riflettevano come gocce di
rugiada dopo una tempesta di pioggia
Urla disumane mischiate a pianto rimbombavano nella stanza, un caos
incredibile, Valentina che beatamente dormiva nel suo letto, si alzò di colpo,
sgranò gli occhi e rimase attonita a guardare quella donna che lentamente si
dimenava a terra con un coltellaccio enorme da cucina ancora conficcato nello
stomaco…